Aspetti Psicologici

Problemi psicologici e psicopatologici

Indice articoli

L'ospedalizzazione nei primi 12/18 mesi di vita


Questo è forse il momento più delicato di tutto lo sviluppo del bambino; in questa fase il legame di attaccamento con la madre si è saldamente strutturato e la sua continuità  si rende indispensabile. Inoltre l'autonomia raggiunta dal bambino è estremamente precaria ed ogni interferenza dell'ambiente esterno sull'unità  della coppia madre-figlio rischia di rallentare i traguardi evolutivi. Altri disagi possono insorgere dall'essere assistito per un certo periodo di tempo da persone diverse ed in maniera discontinua. Queste nuove figure infatti possono determinare, per la loro diversità , una sorta di  disorientamento nel bambino, influenzando così il suo grado di affettività  che finisce con l'impoverirsi, al punto da fargli assumere in seguito atteggiamenti di tipo asociale. Oltre a relazioni sociali disturbate sembra che la funzione maggiormente colpita sia quella del linguaggio in special modo la capacità  di astrazione. In taluni bambini si è osservato che la separazione da ospedalizzazione ha influito anche su aspetti specifici dei processi intellettivi e della personalità . Va però sottolineato che non si tratta quasi mai di disturbi irreversibili ma più spesso transitori, infatti i disagi provocati da separazioni di breve durata tendono a scomparire rapidamente; la reversibilità  dei danni derivanti da separazioni più lunghe (qualche mese) è anch'essa quasi sempre possibile.

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.