Asnit.org utilizza esclusivamente cookie tecnici al fine di ottenere la migliore esperienza e navigabilità nella fruizione delle pagine web contenute nel sito.

  • STRESA 2018 VIII° INCONTRO MEDICI FAMIGLIE

    STRESA 2018
    VIII° INCONTRO
    MEDICI FAMIGLIE

    A.S.N.IT e LA NUOVA SPERANZA gemellate nella lotta alla Sindrome Nefrosica organizzano a STRESA: VIII Incontro Nazionale Medici LEGGI TUTTO
  • 7° Bando Contributo per l’Assistenza

    7° Bando Contributo
    per l’Assistenza

    Settimo Bando “Contributo per l’assistenza alle persone affette da Sindrome Nefrosica Idiopatica Primitiva” Periodo di attuazione: dal 1°Settembre 2017 al 31 Luglio 2018 Uno dei principali obiettivi statutari di ASNIT è la realizzazione di iniziative concrete per il sostegno delle persone affette da Sindrome Nefrosica Idiopatica Primitiva, nelle sue varie forme (di seguito denominate LEGGI TUTTO
  • SICILIA 2017

    SICILIA 2017

    A.S.N.IT e LA NUOVA SPERANZA unite nella lotta alla Sindrome Nefrosica organizzano il: VII Incontro Nazionale Medici e Famiglie con bambini, adolescenti e ragazzi affetti da SNI. LEGGI TUTTO
  •  SPORT E MALATTIE RENALI

    SPORT E MALATTIE RENALI

    A cura della - Rete Delle Associazioni Italiane per la salute del Rene - Acquario di Genova LEGGI TUTTO
  • FERRARA 2016 (Galleria fotografica)

    FERRARA 2016 (Galleria fotografica)

    Incontro Nazionale Medici Famiglie Sabato 23 e Domenica 24 Aprile 2016 si è svolto a Ferrara il VI Incontro Nazionale Medici e Famiglie con bambini, adolescenti e ragazzi affetti da SNI, organizzato da ASNIT Onlus e dalla Fondazione La Nuova Speranza Onlus, in occasione del decennale dalla loro fondazione. Nella splendida cornice del Palazzo LEGGI TUTTO
  • Medici-Famiglie 2016

    Medici-Famiglie 2016

    In occasione del Decennale dalla loro fondazione, A.S.N.IT e LA NUOVA SPERANZA gemellate nella lotta alla Sindrome Nefrosica organizzano a Ferrara il: VI Incontro Nazionale Medici e Famiglie con bambini, adolescenti e ragazzi affetti da SNI. Una due giorni per conoscersi, per condividere ed approfondire la gestione quotidiana della malattia. I giorni dedicati all’incontro LEGGI TUTTO
  • EXPO, Convegno Rene e nutrizione

    EXPO, Convegno Rene e nutrizione

    Grande soddisfazione per la giornata trascorsa insieme Quasi 250 presenze. Adulti, ragazzi, famiglie con bambini, provenienti da molte regioni italiane quali Puglia, Lazio, Veneto, Piemonte, Liguria e Lombardia, accompagnate dalle varie associazioni partecipanti alla realizzazione dell’evento. Questo il numero significativo della giornata. LEGGI TUTTO
  • Programma EXPO Milano 2015

    Programma EXPO Milano 2015

    La Fondazione La Nuova Speranza ONLUS e ASNIT ONLUS, in collaborazione con SINePe, Società Italiana di Nefrologia Pediatrica e con altre associazioni italiane di Nefrologia Pediatrica: Il Sogno di Stefano ONLUS (PD-BO), Associazione Bambino Nefropatico ONLUS (MI), Associazione Infanzia Nefropatica ONLUS (TO), Fondazione Malattie Renali del Bambino (GE), Associazione Beppe Valerio ONLUS (BA), Progetto LEGGI TUTTO
  • PADOVA 27-28 MARZO

    PADOVA 27-28 MARZO

    27 MARZO ASSEMBLEA ORDINARIA A.S.N.IT 28 MARZO 5° INCONTRO MEDICI FAMIGLIE ASNIT ha organizzato il 5° Incontro Medici Famiglie sulla Sindrome Nefrosica che dopo le edizioni precedenti ci riporta al nord, precisamente a Padova, chiudendo quindi l’ideale circolo territoriale sul territorio italiano iniziato dal 2° Incontro a Pavia in poi. Ricalcheremo lo schema già LEGGI TUTTO
  • Asnit al congresso UNP

    Asnit al congresso UNP

    Ruolo del pediatra di famiglia nella gestione della malattia L’intervento della nostra Associazione al Congresso UNP del 24 Ottobre ha permesso di evidenziare alcuni momenti importanti in cui la collaborazione tra pediatra, specialista nefrologo e famiglia risulta fondamentale alla gestione quotidiana della Sindrome Nefrosica Idiopatica. Apri le slides (PDF) Scarica le slides in formato LEGGI TUTTO
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • All
  • Alimentazione
  • Assistenza
  • Legge
  • SindromeNefrosica
  • Vaccini
  • Default
  • Title
  • Date
  • Random
load more / hold SHIFT key to load all load all

Andando ad acquistare alimenti al supermercato, molti pensano che i prodotti sigillati in buste di plastica diano maggiori garanzie igieniche che non dal salumiere o al banco. E forse & vero. Ma i "fogli di plastica" a contatto con l’alimento, possono trasferire lentamente alcuni dei loro componenti chimici. Ancora oggi in Italia non esiste l’obbligo di dichiarare questi additivi o il tipo di "materia plastica" impiegata . Il più delle volte troverete la dicitura “Per Alimenti , DM n°…'.

Le materie plastiche non sono tutte uguali. Partendo dalla produzione industriale la filiera è:
Monomeri + catalizzatori + solvente = polimero + additivi + plastificanti = polimero in granuli Trasformazione dei granuli per estrusione (fogli e pellico le) o stampaggio (vassoi, vaschette e contenitori vari).
E’ industrialmente molto difficile ed antieconomico eliminare tutti i residui delle reazioni di sintesi, in particolare dei monomeri residui, che quindi restano in parte nel polimero anche se il loro livello è in accordo con i limiti fissati dal legislatore (indovinate chi fissa questi limiti!). Altro discorso è l’aggiunta di additivi ed in particolare di plastificanti per fornire caratteristiche fisiche di resistenza all’invecchiamento o di fluidità per garantire la più elevata lavorabilità nella successiva fase di estrusione o stampaggio.
La maggior parte di questi prodotti residui o aggiunti sono stati verificati essere cancerogeni, ancora oggi in particolare è ampio l’impiego di ftalati come plastificanti.
Nessuna materia plastica è esente dalla presenza di residui di reazione e/o trasformazione. Ovviamente alcune materie plastiche sono più sicure di altre.
In laboratorio si fanno diverse prove di cessione e di invecchiamento accelerato. Uno dei tes t più difficili da superare (per il settore alimentare) è la resistenza agli oli e ai grassi, capaci di estrarre e solubilizzare molti dei prodotti chimici di cui stiamo parlando.
E’ una questione di "tempo di permanenza" ovvero del tempo in cui l’alimento resta a contatto con l’imballaggio.
Mentre la data di scadenza è oggi comunemente riportata sulle confezioni che acquistiamo, non ovunque compare la data di confezionamento sostituita da un codice non leggibile dal consumatore. Dovrebbe essere compito degli organi preposti al controllo verificare che questo parametro risponda quantomeno alla legislazione corrente (la prassi normale è l’autocertificazione).
Oggi la mancanza di tempo non consente a molti consumatori di dedicare tempo ad una verifica attenta di quanto acquistiamo, e ci fidiamo (a torto!) del supermercato. I prodotti sono disposti sugli scaffali in modo “scientifico” di sicuro il più conveniente per chi vende.
Ma ritorniamo all’imballaggio: premesso che il vetro (pulito) è il miglior contenitore in assoluto (ma anche il più penalizzato dai costi e dal trasporto), vorrei indicare per alcune materie plastiche il comportamento a contatto con gli alimenti:

PET
(polietilentereftalato) , il miglior polimero, oggi usato per l’acqua minerale (il PVC è quasi scomparso) per tutte le bevande gassate, in alcuni casi per l’olio, è sempre più impiegato per altri alimenti. E’ tra i polimeri più costosi.
PS
(polistirolo) è la materia plastica più utilizzata negli alimenti sia in forma compatta trasparente che espansa (carne, pesce). Non è esente da problemi, dopo 24 ore un alimento contenete grassi estrae i prodotti chimici affini dall’imballo.
EVA
(etilenvinilacetato), sono le pellicole trasparenti e flessibili che avvolgono molti cibi. Sono ottimi prodotti nel breve periodo, ma hanno scarsa resistenza agli oli ed ai grassi. Ha sostituito (finalmente) il PVC che ci hanno costretto a "digerire" per decenni.
PP
(polipropilene), dopo il PET il meno sensibile a processi di estrazione. Migliorati i sistemi produttivi di contenitori e vaschette, stà soppiantando il PS in particolare per frutta e verdura.
PE
(polietilene),largamente utilizzato nel settore cosmetico e medicinale; per gli alimenti è il polimero di rivestimento interno di tutte le confezioni di cartone (latte, succhi di frutta) e della carta alimentare . Buono come effetto barriera per l’alimento lo è meno per gli additivi di stampa del cartone esterno.

Esistono infine una serie di imballi, sia contenitori che film, cosiddetti MULTISTRATO, ovvero costituiti dall’accoppiamento di fogli molto sottili (anche di 6 strati) di diverse materie plastiche e/o alluminio, dove lo strato interno è quello più resistente al prodotto alimentare e quello esterno agli agenti atmosferici. Sono abbastanza costosi quindi utilizzati per prodotti ad elevato valore aggiunto.

Per quanto mi riguarda, quando posso preferisco acquistare prodotti sfusi, ed in ogni caso se l’alimento non viene consumato subito lo conservo non più di qualche giorno in frigorifero (avvolti magari in canovacci di cotone), o qualche mese in congelatore (utilizzando come imballo il foglio di alluminio che comunque è sensibile ai cibi fortemente acidi o sotto sale).

  • LOGIN
  • ONLINE
  • ULTIMI

Abbiamo 57 visitatori e nessun utente online

  • antoniaf5789485
  • Raffa1677@hotmail.it
  • mariella61
  • donatella fera
  • emanuele

Developed in conjunction with Ext-Joom.com

Incontro con il Prof. Giuseppe Di Fede

Il Prof. Giuseppe Di Fede, Medico Chirurgo, svolge la propria attività in ambito preventivo e genetico dal 2000; è direttore sanitario dell’Istituto di Medicina Biologica-IMBio e dell’Istituto di Medicina Genetica e Preventiva-IMGeP di Milano

Incontro con il Prof. Giuseppe Di Fede, Docente presso l’Università di Pavia, nel Master in Nutrizione Umana e in Nutraceutica e Nutrigenomica

- E' un periodo che si sente continuamente parlare di intolleranze ....che cosa sono le intolleranze e che differenze ci sono con le allergie?

Per intolleranza alimentare si intende una reazione avversa dell’organismo verso alcuni alimenti o additivi, conservanti alimentari, lenta nel tempo e che può coinvolgere diverse parti dell’organismo come intestino, stomaco, pelle, vie urinarie, fino a compromettere, in certi casi le comuni attività lavorative e sociali. Basti pensare a chi soffre di colite, su base alimentare, come possa essere influenzata la giornata lavorativa.

Leggi tutto

Incontri Medici Famiglie

  • VIII Incontro Medici Famiglie - STRESA 2018 +

    VIII Incontro Medici Famiglie - STRESA 2018 A.S.N.IT e LA NUOVA SPERANZA gemellate nella lotta alla Sindrome LEGGI TUTTO
  • VII Incontro Medici Famiglie - Sicilia 2017 +

    VII Incontro Medici Famiglie - Sicilia 2017 Medici Famiglie Sicilia 2017 La nostra gente Le nostre storie LEGGI TUTTO
  • VII Incontro Nazionale Medici e Famiglie con bambini, adolescenti e ragazzi affetti da SNI +

    23/24 Aprile 2017 - ATAHOTEL NAXOS BEACH - GIARDINI NAXOS - SICILIA Una LEGGI TUTTO
  • FERRARA 2016 (Galleria fotografica) +

    FERRARA 2016 (Galleria fotografica) Incontro Nazionale Medici Famiglie Sabato 23 e Domenica 24 Aprile LEGGI TUTTO
  • PRESENTAZIONI IV CONGRESSO ASNIT ONLUS +

    RELAZIONI Dott.ssa Luisa Murer Scarica la relazione: Definizioni nella Sindrome LEGGI TUTTO
  • 1
  • 2
  • 3

Bilancio Sociale

"Il bilancio sociale è un documento con il quale un'organizzazione, che sia un'impresa o un ente pubblico, o un'associazione, comunica periodicamente in modo volontario, gli esiti della sua attività, non limitandosi ai soli aspetti finanziari e contabili."
Wikipedia

Scarica il Bilancio Sociale 2016

Apri il Bilancio Sociale 2016

Ultimi documenti

 Rendicontazione 5x1000 2014

 Rendicontazione 5x1000 2013

 [ .Zip] STRESA 2018

 Esercizio sociale 2016

 Esercizio sociale 2015

 Esercizio sociale 2014

 Nuovo STATUTO (11/2014)

 Esercizio sociale 2013

 Rendicontazione 5x1000 2012

 Rendicontazione 5x1000 2010

 Rendicontazione 5x1000 2008

 Rendicontazione 5x1000 2009

 Bilancio Sociale 2012

 Modello di adesione...

 Statuto ASNIT ONLUS

Downloads documenti